La mia luna Un atto d’amore in onore di Neil Armstrong

Che l’orma storica t’abbia violato,

nulla conta, candida luna.

Che l’uomo deluso enumeri pietre

negli antri mostruosi ove scienza eletta

e ardita esperienza invano l’appagano,

non t’importi, innocente luna.

Che l’uomo volga il guardo ad altre stelle

e te obliando cerchi altri lidi ai sogni

e intime emozioni all’essere inquieto,

non ti umilii, pacata luna.

Che in te abbia esaurito il divino afflato,

millenni d’amore e d’arcani affanni,

non ti affligga, nobile luna.

Che novello Beethoven ti trascuri

e più non ti supplichi la chitarra

o il canto di languida serenata,

non ti rattristi, dolce luna.

Quando percorri l’ingrato pianeta

e piena rallegri l’ambigua notte

e tonda contendi a intoccabili astri

gli spazi profondi all’uomo preclusi,

ti sento compagna, ridente luna,

e l’orma scompare nel contemplar.

Published in: on 06/12/2014 at 23:10  Comments (3)  
Tags: , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://sandrovivan.wordpress.com/2014/12/06/la-mia-luna-un-atto-damore/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. bellissima

    • Grazie e mille abbracci.

  2. L’ha ribloggato su Luci e Ombre di un'Anima.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: